Navigate / search

Per Mortara licenza Svizzera nel 2015!

Ciao Ragazzi!

Era da qualche giorno che circolava la voce, e purtroppo ora ne abbiamo la certezza: Edoardo Mortara nel 2015 non correrà con licenza Italiana ma bensì con licenza Svizzera. Come mai? Leggete oltre…

Edoardo Mortara con licenza Svizzera nel 2015
Edoardo Mortara con licenza Svizzera nel 2015

Il motivo? Molto semplice. Come sempre, la lentezza nella burocrazia Italiana.

Pur essendo nato e cresciuto a Ginevra, Edoardo Mortara ha sempre corso con licenza sportiva Italiana, quindi, in tutti i suoi innumerevoli successi, durante il podio suonava ovviamente l’inno di Mameli e sia sulla tuta (come foto sopra) e sia sulla vettura spiccava il nostro tricolore. Da Gennaio purtroppo non sarà più così, in quanto per un semplice rinnovo di licenza pare che l’ACI gli abbia risposto di attendere fino a Marzo. Ovvio che chi come lui partecipa a gare come la 24h di Daytona (con l’Audi R8) che si svolgerà a Gennaio 2015 era un’attesa davvero troppo lunga.

Questa è una perdita davvero gravissima per il Motorsport Italiano, che purtroppo ogni anno ci dimostra sempre più problemi nella nostra burocrazia.

E’ quindi un caso secondo voi se Campionati prestigiosi come il WTCC e il FIA WEC non siano più in Italia e se si stia parlando di perdere definitivamente il GP D’Italia in Formula 1? Cosa ne pensate?? Ditemi la vostra…

Alessandra

Comments

mattiaq
Reply

Purtroppo l’ACI/CSAI dimostra di essere sempre più lontana dai piloti e dallo sport. Sembra siano all’oscuro delle esigenze dei piloti, degli organizzatori e di tutte le persone che partecipano più o meno direttamente all’automobilismo. Aspettiamo con pazienza che i vertici escano dai loro uffici per capire che una gara di F1, Rally, Turismo etc. non è solo cerimonia del podio.

luca
Reply

Ciao Alessandra. Purtroppo è la realtà del nostro paese. Lello marciello ha svolto una sessione di test incredibile a Abu dhabi e purtroppo sono convinto che nn basterà per dargli un sedile in formula uno come purtroppo è stato per Filippi Valsecchi Pantano e molti altri piloti con un talento incredibile.

Francesco
Reply

Ciao Alessandra
purtroppo viviamo in una nazione dove per una visita medica hai dei tempi di attesa di mesi e mesi.. figurati se i burocrati sono veloci per una licenza per correre… Ma tanto a Mortara interessa correre, non che bandierina ha cucita sulla tuta.
Purtroppo se continuiamo così il Motorsport in Italia sarà destinato a sparire… Sono anni ormai che non abbiamo più un pilota italiano in F1, e chissà fra quanto ne avremo uno… Questa generazione di piloti, salvo miracoli, non avrà mai questa possibilità… se pensiamo che due talenti come Filippi e Valsecchi sono a farti compagnia su Skype piuttosto che correre in pista, ma anche tu hai dovuto rinunciare alla tua passione per mancanza di fondi… Rimane Marciello… ha dimostrato di saper andare forte nei test ad Abu Dhabi, ma pur essendo un pilota della FDA un posto in F1 ancora non c’è l’ha… e non è una questione di età, Verstappen è minorenne e il prossimo anno é in pista.
Il problema è che rischiamo di bruciare anche la prossima generazione di piloti… oggi un ragazzino come potrebbe riuscire a crearsi una carriera? Aiuti dallo Stato, come ha avuto Maldonado per esempio, sono impossibili; trovare qualcuno che investa con sponsorizzazioni è ancora più improbabile… E senza soldi, oggi, un posto nel Motorsport che conta non lo trovi. Quindi, se non cambia tanto, per dare un erede a Alberto Ascari dovremo aspettare decine e decine di anni.

Ciao e alla prossima
Francesco

Leave a Reply to mattiaqAnnulla risposta

name*

email* (not published)

website